Casa Soggiorno "Divina Provvidenza"

Parrocchia di S. Lucia V.M

Benvenuto

Conosci la nostra Casa Soggiorno visitando il sito
percorso: home Giovedì 17 Gennaio 2019


  • Bando di selezione - Graduatoria per operatore socio-sanitario

    11-01-2019

    Emanato bando per la selezione utilie alla formulazione di una graduatoria di idoneità finalizzata all'inserimento a tempo determinato e a tempo pieno della figura professionale di OPERATORE SOCIO SANITARIO - OSS, presso le sedi operative di Santa Lucia di Piave (TV) e Alpago (BL)

    Allegati

>> Prossimi eventi...

  • FESTA COMPLEANNI -VENERDI' 25 GENNAIO

    2501 / 19
    l'evento inizia tra 8 giorni

    Tantissimi auguri a tutti i nostri cari ospiti che compiono gli anni nel mese di Gennaio

    I festeggiamenti inizieranno nel pomeriggio alle ore 16.00, presso le salette al piano terra della Casa Soggiorno rallegrati dalla musica con la Fisarmonica di Ottaviano.

    La S. Messa è al pomeriggio alle ore 16.30


  • FESTA DEL VOLONTARIATO

    2601 / 19
    l'evento inizia tra 9 giorni

    Sabato 26 Gennaio 2019 alle ore 16.30 Festa del volontariato presso il Teatro Do Ciacoe.

>> News...

  • Coro "A.N.A. G.Bedeschi" canta con gli ospiti in Casa Soggiorno

    28-04-2018

    Sabato 28 aprile alle ore 17:30, presso la sala da pranzo della struttura, si è svolto un piccolo concerto del Coro "A.N.A. G.Bedeschi" sezione di Conegliano, composto da quasi trenta elementi diretti da Simonetta Mandis.

    Questo appuntamento si inserisce nell'ambito del progetto "900 le canzoni dei ricordi" nato tra gli anziani residenti della Casa Soggiorno e i volontari dell'Associazione "Fili d'Argento".

    Il coro ha dedicato ai presenti alcuni canti ed ha accompagnato con un emozionante "muto" le voci degli ospiti, dei volontari e del personale, nel canto "La leggenda del Piave". Questa canzone, composta nel giugno del 1918 da Giovanni Gaeta, che divenne subito canto del popolo, ripercorre nelle quattro strofe tutte le fasi della guerra fino alla sconfitta degli austriaci.

  • Tradizionale pellegrinaggio con le case di riposo per la XXVI° Giornata Mondiale del Malato

    12-02-2018

    La XXVI° giornata del malato organizzata dal Centro Servizi per Anziani “Padre Kolbe” di Pedavena si è svolta nel complesso dei Santuari Antoniani di Camposampiero importante centro della provincia di Padova, coinvolgendo le altre realtà quali: Villa “Don Gino Ceccon” di Santa Croce del Lago, Casa Soggiorno “Divina Provvidenza” di Santa Lucia di Piave, Centro Residenziale per Anziani “De Lozzo Da Dalto” di Santa Maria in Feletto.

    Molto dettagliata ed interessante la spiegazione fatta da Padre Giuseppe su S. Antonio nel suo ultimo periodo di vita trascorsa in questi luoghi nel castello del conte Tiso.

    Il complesso ora formato da due Santuari quello della Visione che custodisce la cella in cui S. Antonio ebbe la visione di Gesù Bambino e il santuario del Noce che ricorda l’albero di noci dove il santo si ritirava per pregare, entrambi sono molto suggestivi, ricchi di testimonianze, ma allo stesso tempo un sito silenzioso e appartato.

    Nel tardo pomeriggio, in un clima di umana attenzione e compassione cristiana tutti accolti fraternamente, è stata celebrata la S. Messa animata dal coro “Padre Kolbe” conclusasi con la lettura del messaggio del Santo Padre Francesco per la giornata mondiale del malato. Quest’anno il tema della Giornata del malato ci è dato dalle parole che Gesù, innalzato sulla croce, rivolge a sua madre Maria e a Giovanni: «“Ecco tuo figlio ... Ecco tua madre”. E da quell’ora il discepolo l’accolse con sé» (Gv 19,26-27)

    Per i numerosi partecipanti, quasi 250 fra ospiti delle strutture, familiari, associazioni, operatori del settore la serata si è conclusa con una cena.

    Per i quattro centri di servizi per anziani delle province bellunesi e trevigiane questa è un’occasione che da anni permette di coltivare i valori dell’amicizia, della solidarietà, dell’attenzione all’altro; occasione per riflettere sulla condizione del malato che ritroviamo nelle case di riposo, ma anche nelle nostre famiglie, momento per approfondire quel com-patire, avere cura dell’altro e delle sue fragilità.

Altre notizie...

© 2019 IntellySoft - pagina generata in 0.0929 secondi